La guida completa Zombicide con tutte le espansioni

Zombicide è sicuramente uno dei più grandi successi del moderno revival dei giochi da tavolo, grazie alla combinazione di regole semplici, gameplay adrenalinico, grande cura estetica e presenza scenica.
Da un grande successo derivano molte edizioni e può essere difficile per chi si approccia alla serie districarsi tra tutti i titoli che la compongono, capirne le differenze e scegliere quello più adatto ai suoi gusti.
Niente paura: questa guida è qui per questo!

Come si gioca a Zombicide

I concetti base del gioco rimangono inalterati indipendentemente dall’edizione che deciderai di provare. I giocatori vestono i panni di un gruppo di sopravvissuti all’apocalisse zombie e dovranno affrontare una serie di scenari di difficoltà crescente in cui gli verranno chieste due cose:

  • sopravvivere all’orda di zombie
  • portare a termine una missione principale (ad esempio raccogliere un set di oggetti dalla mappa, raggiungere una determinata stanza, uccidere un mostro particolarmente forte etc.)

Si perde nel momento in cui tutti i protagonisti vengono uccisi dagli zombi o, in alcune missioni, nel caso in cui non si riesca ad esaudire determinate condizioni.

Il setup è rapido: si sceglie lo scenario, si dispongono le tessere come indicato nel manuale, posizionando i punti di generazione degli zombie e i punti di interazione.
A questo punto si inizia a giocare sapendo che si alterneranno sempre tre fasi:

  • la prima è la fase dei sopravvissuti, dove i giocatori compiono le loro azioni (scegliendo tra movimento, attacco, scambio di oggetti, interazione con elementi dello scenario)
  • segue la fase degli zombie, che si muovono e attaccano in base alla loro tipologia (generalmente avremo a che fare con zombie normali, corridori, grassoni e abomini)
  • nella terza fase infine si risolvono gli effetti dello scenario e ci si prepara a ricominciare
Gli eroi stanno per vedersela brutta in Zombicide Black Plague

Una particolarità di Zombicide è il modo in cui esperienza e difficoltà sono strettamente legati: ad ogni zombie ucciso o azione speciale compiuta il personaggio guadagna punti esperienza di cui si tiene traccia sulla plancia. L’accumulo di punti esperienza porta ad avanzare nel “Tracciato Pericolo” che è suddiviso in quattro soglie. Ad ogni passaggio di soglia avremo:

  • l’apprendimento di una nuova abilità
  • l’incremento nella difficoltà dettato dalle nuove regole di generazione degli zombie nelle “Zone di Generazione” . Ogni livello di pericolo è legato a determinate istruzioni per la generazione degli zombi che quindi diventeranno più forti e numerosi.

Ultimo elemento fondamentale: il rumore. Ogni sopravvissuto emette rumore e la gran parte delle azioni che possiamo fare (aprire porte, sparare, combattere) genera rumore aggiuntivo, che determinerà gli spostamenti degli zombie. Saper come calibrare il rumore e manipolarlo a proprio vantaggio è uno degli elementi strategici più importanti del gioco.

Bene, imparate le basi ti starai chiedendo, cosa cambia da una versione all’altra? Diverse cose, a partire dall’ambientazione!
Procediamo con ordine, analizzando tutti i titoli ad ambientazione moderna per proseguire con quelli fantasy e fantascientifici e finire con l’unico “spin-off” della serie, dedicato al La Notte dei Morti Viventi.

Zombicide: ambientazione moderna

Zombicide Season One

Il titolo da cui tutto è iniziato è ormai fuori produzione in quanto è stato sostituito dalla seconda edizione.
Essendo il primo titolo, le sue caratteristiche principali sono quelle elencate nel riepilogo di come giocare, né più né meno.
Nel gioco base troviamo sei sopravvissuti e sessantacinque miniature di zombie, suddivisi nelle quattro tipologie, con le loro caratteristiche speciali, che diventeranno i must della serie: Deambulanti normali, Grassoni, Corridori e Abomini.
Viste le numerose novità introdotte dalle versioni più recenti, vale la pena notare come vengano gestiti alcuni elementi cardine della serie, qui presenti in modo più acerbo:

  • Condizione di sconfitta – si perde la partita se tutti i sopravvissuti muoiono o se si falliscono le condizioni dell’obiettivo della missione
  • Tipologie di personaggi – i personaggi hanno delle loro abilità speciali ma non sono suddivisi in classi
  • Ferite dei personaggi – i personaggi possono sopportare al massimo due ferite prima di morire; ad ogni ferita si perde un oggetto posseduto
  • Gestione delle porte – tutte le porte vanno abbattute per essere aperte con un arma con l’apposito simbolo. Ogni volta che si apre una porta, si contano le zone di cui si compone l’edificio e si pesca una carta “generazione zombie” per ciascuna.
  • Priorità di fuoco – quando si spara in una zona che contiene un sopravvissuto oltre che agli zombie, i colpi dovranno essere tutti assegnati al sopravvissuto

Non ci sono ulteriori regole speciali semplicemente perché è il primo gioco della serie! Tuffiamoci quindi nell’analisi dei contenuti legati a questa prima edizione: si tratta di quattro differenti scatole due stand-alone (quindi giocabili anche senza avere il gioco base) e due espansioni che necessitano di un core-box per essere utilizzate.

Attenzione: essendo stato sostituito dalla Seconda Edizione, se vuoi recuperare il materiale di Zombicide Season One e le sue espansioni dovrai ricorrere a Ebay o mercatini dell’usato.

Zombicide: Prison Outbreak (stand alone)

Denominato anche Season 2, Zombicide: Prison Outbreak è una scatola stand alone, che quindi può essere giocato a sé stante come nuova scatola base o combinato con i contenuti di Zombicide Season One. In Prison Outbreak i sopravvissuti visiteranno un carcere di massima sicurezza. Questa scatola introduce introduce:

  • i pannelli di controllo per attivare meccanismi come porte girevoli o accessi a interi agglomerati di celle che servono per creare situazioni più complesse all’interno degli scenari
  • le torri di guardia che aumentano la capacità di tiro (di una casella rispetto alla normale capacità di tiro di un’arma) e contemporaneamente proteggono dagli zombie
  • le barriere di filo spinato e i controlli di guardia che modificano le possibilità di movimento
  • Zone di Generazione di diversi colori, che si attivano in determinati momenti dello scenario
  • gli Zombie Berserker, immuni agli attacchi a distanza, capaci anche di fare da scudo agli zombie normali presenti nella stessa casella
  • lo status di Zombivoro per i sopravvissuti: se uccisi da uno zombie (e non da fuoco amico), torneranno in gioco, sempre da eroi, con una nuova miniatura e nuove caratteristiche (sono più resistenti e meno agili) sottoforma di versione pseudo-zombificata. Questo nuovo status permette un maggiore agio nel provare a superare le missioni più complesse

Zombicide: Toxic City Mall (espansione)

Zombicide: Toxic City Mall ci vede visitare un centro commerciale come nel più classico film di zombie. Questa scatola è un’espansione che necessita di Zombicide Season One o Prison Break per essere giocata e introduce:

  • gli Zombie Tossici, una nuova tipologia di avversario (sempre declinata in Deambulanti, Grassoni, Corridori e Abomini) che esplode quando uccisa causando danni a chi gli è vicino
  • le barricate e i detriti. Le prime possono essere erette dai giocatori per bloccare temporaneamente l’avanzata degli zombie mentre i secondi sono utilizzati per modificare la geografia degli scenari (visto che impediscono sia l’accesso alle zone che occupano sia la Linea di Vista)
  • la modalità Ultrarossa, ovvero la possibilità di far salire di livello i personaggi oltre il Rosso, sbloccando armi dalla potenza decisamente esagerata

Contiene 5 scenari da giocare combinandola con la scatola base e 5 scenari da giocare combinandola con Prison Break. i quattro nuovi personaggi di questa espansione hanno la loro versione Zombivoro e vengono fornite le versioni Zombivore dei personaggi della scatola base

Zombicide: Rue Morgue (stand alone)

Conosciuto anche come Season 3, Zombicide: Rue Morgue è un’altra scatola giocabile completamente a sé stante o combinata con tutti i contenuti usciti in precedenza. Introduce:

  • gli zombie Famelici, le cui regole prevedono che per ogni 1 ottenuto tirando i dadi durante il combattimento, si vada a sostituire uno zombie morto con uno Strisciante, ovvero uno zombie che continua a trascinarsi verso i sopravvissuti nonostante le ferite
  • alcuni cambiamenti nelle regole di attivazione e generazione degli zombie. L’attivazione extra è ora possibile solo in fase di generazione e non anche a causa di altri eventi mentre le Zone di Generazione sono associate a dei numeri (da 1 a 6) e la loro attivazione è legata ad un tiro di dadi
  • i segnalini evento, che cambiano la generazione di zombie all’interno degli edifici. Con i segnalini evento non si vanno a generare zombie per ogni stanza di un edificio non appena si apre la porta principale ma bensì solo quando si entra per la prima volta in determinate tessere attivando l’evento
  • le azioni di squadra che permettono azioni gratuite all’intero gruppo, se riesce a coordinarsi bene e a rimanere compatto
  • una modalità competitiva con degli scenari ad hoc, dove i giocatori hanno obiettivi contrastanti e dovranno affrontare sia gli zombie che gli altri sopravvissuti
  • l’elicottero, che si comporta come veicolo speciale e le tende, ovvero zone della mappa dove posizionare le carte “Tenda” che portano a generazioni speciali degli zombie

I sopravvissuti nella scatola non hanno una versione Zombivoro, da acquistare separatamente all’interno di Angry Neighbors.

Zombicide: Angry Neighbors (espansione)

Come Zombicide: Toxic City Mall, anche Zombicide: Angry Neighbors non è un’espansione stand alone ma necessita di una delle tre scatole base precedenti per essere giocata. Anzi, questa espansione dà il massimo proprio se si possiedono tutte e tre le scatole base precedenti, cosa che rende possibile giocare a tutti e quindici gli scenari inclusi (cinque per scatola base). Oltre a questo introduce:

  • una nuova tipologia di zombie, gli Zombie Cercatori, che hanno la particolarità di ottenere un’attivazione extra ogni volta che si pesca una carta Zombie Cercatore
  • gli Edifici Danneggiati, che includono le tessere “Voragine” e “Passerella” con le rispettive regole di Linea di Vista e Movimento
  • i Compagni, ovvero personaggi secondari che possono essere ottenuti durante la partita e danno dei bonus al personaggio principale

Tornano inoltre le “barricate”, già presenti in “Toxic City Mall”.

Oltre a tutti questi contenuti, per la prima edizione di Zombicide sono uscite numerose mini-espansioni che aggiungono ulteriori miniature, sia nella linea ufficiale che con dei box speciali.

Zombicide: Seconda Edizione

La seconda edizione di Zombicide, che sostituisce completamente la prima ormai andata fuori produzione, aggiorna l’ambientazione moderna con tutte le migliori regole raccolte dall’esperienza sulle altre ambientazioni. Ti elenco i principali cambiamenti:

  • il gioco termina appena viene ucciso un sopravvissuto. Non si possono più verificare i sacrifici eroici
  • ci sono due differenti tipologie di personaggi, gli adulti e i bambini. La differenza tra i due risiede nel fatto che gli adulti hanno tre punti salute mentre i bambini due ma questi ultimi possono utilizzare l’abilità “slippery” ad ogni attivazione per scappare più facilmente dagli zombie
  • quando si riceve una ferita non si è più costretti a far cadere un oggetto o a perdere uno slot oggetto
  • cambia l’ordine di priorità dei bersagli che ora rispecchia quello dell’edizione fantascientifica: prima i Grassini/Abomini, poi i Deambulanti normali e infine i Corridori. Inoltre, come nell’ambientazione fantasy, si colpisce un alleato presente nella stessa casella degli zombie solo se si fallisce il tiro per colpire
  • sono state aggiunte le Zone Oscure all’interno degli edifici. Al loro interno servirà un tiro di 6+ per colpire gli avversari oppure avere con sé una torcia. Inoltre è possibile guardare in una Zona Oscura solo se si è al suo interno o su una casella adiacente
  • quando si generano gli zombie all’interno degli edifici, ora appaiono solo nelle Zone Oscure e non in ogni stanza. Inoltre non occorre più tirare il dado per aprire le porte
  • quando un gruppo di zombie si deve dividere, non vengono aggiunti altri mostri al gruppo nel caso siano di numero dispari ma ci si limita a scegliere da che parte andrà il deambulante in più

Queste sono le modifiche principali ma ce ne sono tante altre per cui vi consiglio di sfogliare il manuale ufficiale. In generale è stato fatto un gran lavoro per snellire l’impianto generale del gioco e portarlo a livello con le edizioni più recenti. Un altra grande novità è data dalle espansioni, che in questo caso aggiungono ben due campagne narrative!

Zombicide: Washington ZC (espansione campagna)

La prima delle due espansioni narrative per Zombicide Seconda Edizione introduce moltissimi nuovi concetti per la serie:

  • la campagna si svolge nel corso di differenti missioni (dieci, per la precisione) concatenate tra loro tra le quali i personaggi potranno mantenere l’equipaggiamento (con un apposito tiro di dati per gli oggetti che lo consentono) e crescere di esperienza, sbloccando le abilità della campagna
  • gli obiettivi sulla mappa sono ora rappresentati da apposite carte da posizionare sullo scenario e da leggere al momento giusto. Forniscono il contesto narrativo e i relativi colpi di scena per portare avanti la trama
  • è presente l’alternanza giorno\notte con relativi effetti sulle possibilità di visibilità e combattimento
  • è possibile utilizzare le armi in modalità “All-out” lanciando gli appositi dadi. Questo permette di utilizzare l’arma al suo massimo con però il rischio di romperla
  • nuove carte equipaggiamento con relativi dadi che permettono di sce

L’equipaggiamento e i sei sopravvissuti contenuti nell’espansione sono poi utilizzabili anche anche nelle missioni stand-alone del gioco base.

Zombicide: Fort Hendrix (espansione campagna)

Zombicide: Fort Hendrix è la seconda espansione a campagna di Zombicide Seconda Edizione ed include tutti gli elementi di Zombicide Washington ZC a cui aggiunge i Deambulanti Tiratori, ovvero militari zombificati che imbracciano ancora le armi e che sparano automaticamente al sopravvissuto più vicino non appena verrà estratta la carta “Fuoco di Zombie” dall’apposito mazzo. Per il resto aspettatevi altre dieci missioni narrative, nelle quali Penny andrà alla ricerca della propria madre, dispersa all’interno della base.

Ambientazione Fantasy

Zombicide: Black Plague

Una delle versioni più amate di Zombicide e la mia personale introduzione alla serie. In questo caso l’invasione zombie ha luogo in un’ambientazione fantasy medievale, ponendo l’accento sugli scontri corpo a corpo e introducendo tutta una serie di novità rispetto all’ambientazione contemporanea che snelliscono il gameplay e lo rendono più coinvolgente.

La novità principale è l’entrata in campo dei Necromanti, speciali nemici capaci di generare ulteriori zombie; una volta apparsi nello scenario, cercheranno di dirigersi al punto di generazione più vicino, dove daranno vita ad una nuova Zona di Generazione.

Ripresa ravvicinata delle miniature degli zombie

Dopodiché, Zombicide: Black Plague cambia una regola fondamentale dell’originale ovvero la Priorità di Fuoco: nell’originale, sparando in una zona dove erano presenti sopravvissuti e zombie, tutti i proiettili finivano contro i sopravvissuti; ora invece solo i colpi falliti dovranno essere assegnati ai sopravvissuti. Questo cambia radicalmente il modo di approcciarsi al gioco e la modifica è stata poi ripresa in tutte le edizioni\ambientazioni successive.

Sono poi presenti altre modifiche minori:

  • i personaggi sono più forti che nell’originale e possono sopportare tre ferite prima di passare a miglior vita. In questo caso non si perdono oggetti o slot oggetto ad ogni colpo subito
  • sono presenti con maggiore frequenza gli oggetti di difesa, come armature e scudi, che permettono di negare i danni o provare a schivarli con un tiro di dado
  • è stato il primo capitolo ad inserire nella dotazione della scatola le plance in plastica per i sopravvissuti. Sembra un’aggiunta meramente estetica ma è veramente un salto in avanti per la praticità di gioco
  • l’apertura delle porte ora funziona in due modi differenti: alcune armi mostrano semplicemente il simbolo per l’apertura della porta mentre altre lo mostrano assieme ad un dado. Per quest’ultime andrà effettuato un tiro di dado per provare ad aprire la porta totalizzando il minimo richiesto dall’arma per colpire
  • ora i sopravvissuti possono possedere fino a otto carte invece che cinque come nell’originale
  • sono state introdotte le cripte, che permettono di sbloccare delle scorciatoie nella mappa e sbloccano armi speciali
  • i Grassoni non vengono generati assieme a un gruppo di Deambulanti di accompagnamento (come invece accade nell’ambientazione contemporanea)
  • sono state aggiunte le carte “Doppia Generazione” che fanno saltare la generazione nell’attuale Zona per raddoppiarla di entità nella successiva
  • sono assenti i veicoli (auto e furgoni) che invece erano presenti nell’ambientazione contemporanea

Sono invece immutate:

  • Condizione di sconfitta – come nell’originale, si perde la partita se tutti i sopravvissuti muoiono o se si falliscono le condizioni dell’obiettivo della missione
  • Tipologie di personaggi – i personaggi hanno delle loro abilità speciali ma non sono suddivisi in classi
  • Gestione del rumore – anche in Black Plague, ogni personaggio equivale ad un segnalino rumore e si generano segnalini rumore con determinate armi, abbattendo le porte e con una specifica azione

A questo link puoi trovare la mia recensione di Zombicide: Black Plague.

Zombicide: Wulfsburg (espansione)

Zombicide: Wulfsburg è la prima espansione uscita per l’ambientazione medievale ed è piuttosto ricca. Non è stand alone (quindi avrai bisogno di Zombicide: Black Plague per giocarla) e al suo interno si trovano:

  • quattro nuovi eroi giocabili
  • equipaggiamento magico, con regole speciali e dei requisiti di “Livello di Pericolo” per essere utilizzate
  • una nuova tipologia di mostro, i lupi zombie con le loro regole, e un nuovo abominio a tema. la Wolfbomination
  • le torri che sbloccano nuove opzioni di tiro (fondamentalmente consentono di utilizzare le armi a distanza su tutte le zone a cielo aperto della mappa)
  • la modalità Ultrarossa, ovvero la possibilità di continuare a salire di livello anche dopo aver raggiunto il massimo nell’indicatore del “Livello di Pericolo”
  • 10 nuove quest che utilizzano elementi del gioco base e dell’espansione

Zombicide: Green Horde

Zombicide: Green Horde è la prima (e attualmente unica) espansione stand-alone di Black Plague (quindi potrai comprare solo questa e giocarci tranquillamente). In questo caso i nemici principali sono degli orchi zombificati al posto dei canonici deambulanti umani. Cosa cambia rispetto agli zombie standard? Semplice: infliggono più danni e posso beneficiare della meccanica “Orda”, qui introdotta. L’Orda è una riserva di zombie che cresce gradualmente ad ogni carta “Zombie” rivelata e che entra in gioco nel momento in cui viene pescata la carta “Entra l’Orda!”. Una bella gatta da pelare anche per i giocatori più esperti.

Inoltre:

  • questa scatola base contiene già le regole per la modalità “Ultrarossa” e per l’equipaggiamento magico, precedentemente disponibili solo in Wulfsburg
  • sono qui introdotte le Barriere, le Siepi e le Zone Allagate. Queste aggiungono qualche regola al movimento e alla linea di vista nel momento in cui ti imbatterai in esse
  • allo stesso modo è stato introdotto il Trabucco, ovvero un’arma d’assedio che permette di fare molti danni e ha delle regole speciali per essere utilizzata (oltre ad una miniatura dedicata)
  • sono presenti le regole per giocare fino a 12 giocatori
  • come ogni scatola base contiene 10 nuove missioni che utilizzano i materiale contenuti in questa scatola

Zombicide: Friends and Foes (espansione)

Zombicide: Friends and Foes è l’espansione più corposa tra le due uscite in contemporanea a Green Horde in quanto include nuovi mostri, nuovi alleati, nuove tessere e nuove missioni. È possibile utilizzarla anche se si possiede solo Black Plague. Nel dettaglio:

  • vengono introdotti gli Zombie Contaminati con il relativo Abominio Contaminato, con la particolarità di infliggere danno a chi è presente nella stessa casella a causa del sangue contaminato
  • nuove tessere Siepi e Zone Allagate (utili a chi ha solo Black Plague e non Green Horde)
  • sei differenti famigli, ovvero degli animali (anche mitologici) che vi seguiranno nella missione e avranno delle loro abilità e punti ferita.
  • dieci missioni nuove, quattro per chi possiede Zombicide: Black Plague e sei per chi possiede Zombicide: Green Horde

Zombicide: No Rest for the Wicked (espansione)

Zombicide: No Rest for the Wicked è un’espansione compatibile sia con Black Plague che con Green Horde che si concentra sull’aggiungere nemici particolari alle vostre partite. Qui sono presenti:

  • il Drago Necromantico, un mostro colossale che può vomitare zombie sui sopravvissuti, ha delle regole particolari e necessita di una Balista (una nuova arma d’assedio inclusa in questa confezione) per essere sconfitto.
  • i Deambulanti Spettrali, ovvero zombie fantasma che possono essere uccisi soltanto da armi particolari (magie, armi della Cripta, Equipaggiamento Magico, Fuoco di Drago e Balista)
  • gli Sciami di Ratti che muovono di 2 zone, ignorano tutti gli ostacoli del terreno (ad eccezione di porte chiuse e muri) e ha la particolarità di dichiarare il proprio obiettivo prima di iniziare il movimento.

Oltre a tutti questi contenuti, anche per la versione fantasy-medievale di Zombicide sono uscite numerose mini-espansioni che aggiungono ulteriori miniature, sia nella linea ufficiale che con dei box speciali.

Ambientazione fantascientifica

Zombicide: Invader

La versione fantascientifica di Zombicide, prevede una serie di cambiamenti all’ambientazione a alle regole piuttosto importanti rispetto all’originale.

Attenzione a tutti i fan della componente narrativa: nonostante il nome, in Zombicide: Invader non ci sono zombie. I sopravvissuti che andremo ad interpretare sono intrappolati in un complesso minerario su un distante pianeta dagli Xeno, una razza alinea solitamente pacifica ma resa aggressiva da un misterioso virus.

Vediamo tutte le novità ludiche:

  • sono presenti due differenti classi di personaggi, i militari e i civili. I primi sono più armati e corazzati e possono ricevere un numero superiore di danni ma possono effettuare un’azione di ricerca solo nelle Stanze di Sicurezza. I civili sono invece più deboli ma possono cercare ovunque
  • se anche solo uno dei sopravvissuti muore, tutti perdono la partita
  • sono presenti delle macchine come Bot e Armi di sicurezza controllabili a distanza dai sopravvissuti che possiedono la relativa abilità o un segnalino Controllo a Distanza. Possono performare azioni e possono generare rumore (utili per distrarre le orde di alieni)
  • l’ambiente esterno è ostile! Quindi per accedere alle zone esterne occorrerà recuperare una tanica di ossigeno per respirare e, una volta all’esterno, sarà impossibile utilizzare le armi da fuoco e dovremmo limitarci al solo corpo a corpo o alle armi ad energia
  • le porte possono essere aperte e chiuse una volta a turno come azione gratuita. Queste potranno poi essere distrutte dagli alieni ma intanto avranno garantito ai sopravvissuti un po’ di tempo extra
  • le armi possono essere migliorate con l’utilizzo di carte speciali
  • l’Abominio è diventato Abominio Corruttore e spargerà la Melma in ogni stanza e corridoio dove si troverà. La Melma ha due status, Attiva e Inattiva, distrugge la stanza nella quale viene posizionata (tutti i segnalini scompaiono), può essere disattivata solo tramite l’utilizzo del fuoco e se due Zone di Generazione sono collegate da una sequenza ininterrotta di Melma Attiva la partita è immediatamente persa
  • è possibile utilizzare l’Attacco Concentrato per sparare su un bersaglio specifico moltiplicando i danni. In questo modo è possibile eliminare un Abominio anche senza armi speciali
  • sono state introdotte le Zone di Oscurità che limitano la Linea di Vista dei sopravvissuti ma non quella degli Xeno

Inoltre, come nella scatola di Zombicide: Green Horde è già inclusa la Modalità Ultrarossa e le regole per giocare con più di sei sopravvissuti. Infine è spiegato come regolare la difficoltà del gioco bilanciando le carte Xeno.

Zombicide: Black Ops (espansione)

Zombicide: Black Ops è giocabile avendo la scatola base di Zombicide: Invader. Se si possiede la scatola stand-alone Zombicide: Dark Side saranno compatibili gli elementi di gioco ma non le missioni. Contiene:

  • sei nuovi sopravvissuti e ventisette nuove carte equipaggiamento
  • due nuove Macchine
  • un nuovo Abominio (Inarrestabile, ovvero può essere eliminato solo da condizioni speciali come il Fuoco Infernale e l’Esplosione Sismica)
  • dieci nuove missioni con tre nuove tessere di gioco

Zombicide: Dark Side (espansione stand-alone)

Zombicide: Dark Side condivide l’ambientazione con Zombicide: Invader ma si tratta di una seconda scatola giocabile a sé stante. Attenzione: è stata stampata in edizione limitata, quindi se vi interessa acquistatela fin quando è ancora recuperabile.

La differenza principale tra Invader e Dark Side è rappresentato dagli Xeno contenuti nelle due scatole. I mostri di Invader potevano rilasciare la Melma, Dark Side invece ci mette contro gli Xeno Scavatori, i cui abomini possono aprire Fosse da cui usciranno nuovi Xeno.

Inoltre, tutti i sopravvissuti contenuti nella scatola sono soldati e quindi sono limitati nelle azioni di ricerca alla sole Stanze di Sicurezza.

Per la versione fantascientifica di Zombicide, i contenuti extra al momento si fermano qui, in quanto le tre scatole di Sopravvissuti aggiuntivi erano un’esclusiva della campagna Kickstarter e si trovano sul mercato solo come oggetti da collezione.

Night of the living dead – A Zombicide Game

La Notte dei Morti Viventi – A Zombicide Game è un titolo particolare all’interno della serie in quanto ricrea l’intera storia del film “La Notte dei Morti Viventi” utilizzando un regolamento simile ma semplificato della serie Zombicide.
Quali sono le differenze con la serie classica? Iniziamo:

  • tutti i personaggi hanno due differenti versioni, “Romero”, più debole e realistica, e Zombicide, più potente e d’azione. Tutti iniziano in modalità “Romero”, e collaborando possono sbloccare la modalità Zombicide. Attenzione però, ad ogni apparizione dei parenti zombie, il personaggio tornerà alla versione “Romero”.
  • cambiano tipologie di zombie, che qui sono definiti ghoul e i dividono in tre classi: Deambulanti normali, i Demolitori – che possono abbattere porte e barricate -, i Grassoni e i Familiari – collegati ai personaggi in gioco, con l’abilità di portare i personaggi dalla modalità Zombicide alla modalità Romero. Mancano quindi Corridori e Abomini.
  • manca il Rumore, rendendo differente il movimento degli zombie. Ora procederanno verso il sopravvissuto che vedono oppure verso la zona con il maggior numero di personaggi presenti.
  • le carte Equipaggiamento rimangono suddivise in tre mazzetti distinti (Mischia, a Distanza e Casalingo): in modalità Romero è possibile pescare carte solo dal mazzo Casalingo mentre in modalità Zombicide diventano accessibili anche gli altri due
  • come in Zombicide: Invader, la partita è persa non appena uno dei sopravvissuti è stato eliminato
  • le porte non si abbattono ma vengono aperte e chiuse per cercare di fermare l’avanzata degli zombie
  • è possibile erigere barricate e guidare veicoli
  • porte e barricate possono venire aperte dagli zombie quando viene pescata l’apposita carta
  • campi di grano e boschi modificano le regole per la Linea di Vista e il tiro

Nel regolamento sono incluse le regole per la modalità Ultrarosso e per la regolazione della difficoltà.

Non esistono al momento espansioni o extra per questa versione di Zombicide.

Spero che questa guida ti sia stata utile! Ti consiglio anche di consultare la sezione ufficiale di Zombicide sul sito di Asmodee, dove potrai trovare tutti i regolamenti ufficiali e qualche scenario extra.

Se l’articolo ti è stato utile, condividilo sui tuoi social per farlo conoscere ad altri a cui potrebbe essere utile e lasciami un commento!


About

Da sempre appassionato di videogiochi, giochi da tavolo, fumetti, libri e cinema, ho deciso di aprire un blog dedicato a tutte queste mie manie per condividerle con spiriti affini!


'La guida completa Zombicide con tutte le espansioni' non ha ancora commenti

Commenta questo articolo con un tuo pensiero

Vuoi condividere i tuoi pensieri?

Your email address will not be published.

@2017 - Seriamente Nerd. All Rights Reserved.